La Presenza

La Presenza

L’operatore cranio sacrale biodinamico prima di mettersi all’ascolto del paziente è necessario che cominci ad ascoltare sé stesso. Deve avvertire le proprie sensazioni senza giudicarle, lasciare che le emozioni arrivino e se ne vadano: prova a mettersi all’ascolto della sua interiorità.

Lentamente rallenta, calma il suo respiro, giunge ad uno stato di tranquillità. Sente i pensieri che arrivano e li lascia andare, come nuvole che passano sopra di sé. Percepisce le sensazioni che affiorano in lui e le osserva solamente. Questo significa restare nel momento presente.

La presenza è questo essere qui e ora senza attaccamento, cioè senza reazione a ciò che avviene nella propria parte interiore. La qualità della presenza dell’operatore è un fattore molto importante nel favorire il processo di guarigione del paziente.